Le imprese devono, come è ovvio, rispettare i diritti umani. In molti casi tuttavia la nozione di “diritti umani” appare sfuggente, così come difficoltosa l’identificazione dei potenziali impatti delle attività d’impresa sul godimento di diritti fondamentali, quali, ad esempio, il diritto alla salute e all’ambiente salubre, alla vita, alla privacy, al cibo, all’acqua pulita, o il divieto di lavoro forzato o minorile e il divieto di discriminazione. Il problema acquisisce una complessità tanto maggiore in presenza di gruppi societari transnazionali; cionondimeno, anche realtà a carattere strettamente nazionale possono causare violazioni, talvolta anche gravi, aspetto reso evidente purtroppo da alcuni recenti casi noti alla cronaca. Le violazioni, infine, possono interessare molti settori (dal tessile, al manifatturiero, all’estrattivo o minerario, solo per fare degli esempi), come dimostrato dalla giurisprudenza recentemente elaborata dai tribunali di numerosi Stati europei.

Il presente dossier muove dal convincimento degli autori – Angelica Bonfanti (Università degli Studi di Milano), Marta Bordignon (Dottore di ricerca Università degli Studi Roma Tor Vergata), Marco Fasciglione (CNR), Chiara Macchi (Wageningen University & Research), e co-direttori della Summer School Business and Human Rights – che sia necessario che lo Stato italiano adotti misure specifiche – in particolare, legislative – dirette a istituire a carico delle imprese obblighi di prevenire, monitorare e mitigare gli impatti negativi delle proprie attività sui diritti umani, ossia stabilisca, in analogia con altri Paesi europei, un obbligo di human rights due diligence

Il punto sulle Elezioni Presidenziali USA2020 a cento giorni dal voto
Il punto sulle Elezioni Presidenziali USA2020 a cento giorni dal voto

Mancano poco più di tre mesi all’appuntamento elettorale più atteso di quest’anno: le elezioni presidenziali americane che si terranno il 3 di novembre. Sebbene molti sondaggi nazionali attribui…

I miliardi del Recovery Fund e la scuola italiana: tre priorità
I miliardi del Recovery Fund e la scuola italiana: tre priorità

Dopo una straordinaria seduta del Consiglio europeo, il  più lungo della storia, è stato finalmente raggiunto il tanto atteso accordo sul Recovery Fund per superare gli effetti della crisi del Covi…

Elezioni europee in tempi Covid19: il caso polacco
Elezioni europee in tempi Covid19: il caso polacco

Il secondo turno delle elezioni presidenziali in Polonia, atteso per il 12 luglio, costituisce un momento topico per la storia del paese. I cittadini polacchi sceglieranno tra due percorsi ben differe…

Unità e responsabilità: il discorso di Angela Merkel al Parlamento Europeo
Unità e responsabilità: il discorso di Angela Merkel al Parlamento Europeo

La Cancelliera Federale Angela Merkel ha presentato oggi, l’08.07.20, il programma tedesco per la Presidenza del Consiglio di fronte al Parlamento Europeo. Un programma ambizioso che ha toccato i pu…

Il pelo nell’uovo di Colombo
Il pelo nell’uovo di Colombo

Sabato 20 giugno, il presidente Donald Trump ha tenuto il suo primo raduno elettorale in vista delle elezioni del 4 novembre di quest’anno, a Tulsa (Oklahoma). In realtà, il comizio avrebbe dovuto …


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *