Russia: come siamo arrivati sull’orlo di una guerra?

La tensione fra Russia, Ucraina e Occidente ha raggiunto un picco senza precedenti nella storia recente. Ora più che mai è necessario comprendere le dinamiche politiche che ci hanno portato a questo punto, sopratutto con uno sguardo sull’evoluzione interna alla Russia e le politiche europee negli ultimi cinque anni. Abbiamo raccolto alcune delle analisi che i nostri iscritti hanno pubblicato per MondoDem in merito. La speranza è che ripercorrendo i pochi alti e molti bassi delle relazioni eurorusse si possa capire cosa è andato storto e meglio capire come rispondere alla crisi attuale.

L’aggressione russa e il concetto di linea rossa

Secondo diffuse interpretazioni, l’aggressione della Russia contro l’Ucraina e la conseguente resistenza di Kiev sarebbero soltanto una proxy war tra Russia e USA: l’aggressione sarebbe…

Rollback

L’Occidente non solo PUÒ vincere in Ucraina: DEVE vincere se vuole garantirsi un futuro di serenità relativa anziché decenni di nuova guerra fredda. Come tutti i dittatori finiscono per fare,…

Dal Fulda Gap al Suwalki Gap: Ovvero, il ruolo degli armamenti nucleari nel nuovo scenario internazionale

I pianificatori militari della NATO avevano un incubo: il Fulda Gap, il lembo di terra della valle del Reno su cui si sarebbero scatenate le divisioni corazzate sovietiche e che l’Alleanza si…

Le radici storiche della guerra tra Ucraina e Russia

Le drammatiche scene di Kiev e delle altre città ucraine sotto il fuoco delle forze armate russe ci restituiscono l’immagine di un conflitto brutale, che ha subito un’escalation senza…

Russia’s Stance in a Changing Neighborhood: What Role for the EU?

Over the last few months, multiple crises have erupted in the former Soviet space as well asrenewed tensions between the EU and Russia following Aleksey Navalny’s poisoning. In light ofthese…

I Verdi tedeschi e lo specchio russo

Esiste un famoso adagio fra i cremlinologi di ogni epoca: “La Russia è giunta a un punto in cui le cose possono andare estremamente bene o estremamente male”. Il referendum costituzionale,…

Russia: spiragli di cambiamento?

Lo scambio di prigionieri tra Russia e Ucraina, 35 prigionieri per parte, è stato il primo di questa portata in cinque anni di guerra. Dalle prigioni russe sono stati liberati il regista…

La Russia in Medio oriente. Obiettivi raggiunti?

Di Chiara Lovotti Ad ormai tre anni dall’intervento a sostegno del presidente siriano Bashar al-Assad, Mosca ha impiegato oltre 63.000 soldati e lanciato 39.000 missioni aeree, che hanno…

Lo stallo delle relazioni UE-Russia e il realismo necessario

 Di Nona Mikhelidze* Oggi è estremamente importante non definire lo stato delle relazioni tra Russia e Occidente concentrandosi su ciò che sarebbe desiderabile per ciascuna parte. Serve…
Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Post

La vittoria di Antonio Costa e la lezione del Portogallo ai progressisti europei

Next Post

Cosa possiamo fare per sostenere l’Ucraina?

Related Posts